Trattamento delle lesioni cartilaginee

Il Trattamento delle lesioni cartilaginee estese del ginocchio con cellule mesenchimali adipose

Nel caso di pazienti di età giovanile, affetti da lesioni cartilaginee estese (>5 centimetri) o multifocali, con limitazione funzionale ed una sintomatologia dolorosa del ginocchio che non risponde alle cure mediche conservative e fisioterapiche tradizionali, si può oggi ricorrere ad avanzate procedure di chirurgia ortopedica rigenerativa per evitare, o perlomeno ritardare, un intervento di sostituzione protesica dell’articolazione stessa.
Numerose ricerche internazionali hanno evidenziato l’efficacia dell’utilizzo di cellule staminali mesenchimali autologhe prelevate dall’adipe per la cura delle patologie connesse con l’usura articolare e la precoce degenerazione artrosica.
Le cellule staminali mesenchimali adipose (Adipose Stem Cells) rappresentano una specifica tipologia di elementi cellulari totipotenti adulti caratterizzati da una elevatissima capacità rigenerativa e di regolazione dei processi infiammatori.
In modo analogo alle cellule staminali mesenchimali isolate da tessuti di derivazione embrionaria, come la placenta o il cordone ombelicale, oppure da tessuti emopoietici (midollo osseo) anche le cellule staminali mesenchimali adipose conservano la capacità di differenziarsi in relazione al distretto anatomico ove vengono innestate.
L’utilizzo delle cellule staminali mesenchimali adipose presenta numerosi vantaggi come:

  • prelievo ed isolamento relativamente semplice poiché l’adipe, che mediamente costituisce il 20% del peso di un individuo, è diffuso su tutta la superficie del corpo ma è facilmente accessibile nei depositi addominali e glutei.
  • Assenza di rigetto ed impossibilità di contrarre malattie infettive come nel caso di trapianti da donatore (sistema di isolamento e concentrazione chiuso)
  • L’impianto viene eseguito in anestesia loco-regionale con una semplice metodica mini-invasiva della durata non superiore ai 45 minuti.

Il prelievo si ottiene mediante una piccola incisione nella regione addominale da cui è possibile effettuare una lipoaspirazione. Il tessuto adiposo raccolto viene successivamente processato, in pochi minuti, con un apposito dispositivo che permette di isolare le cellule staminali mesenchimali adipose e concentrarle in modo da renderle facilmente iniettabili all’interno della cavità articolare.
Una volta impiantate sulla sede della lesione cartilaginea le cellule staminali mesenchimali adipose stimolano la produzione di un tessuto rigenerato simil-cartilagineo, proteggono il tessuto cartilagineo residuo, migliorano la lubrificazione tra i capi articolari e riducono in modo significativo l’intensità del dolore articolare immunomodulato.

Richiedi un appuntamento: riceverai al più presto una conferma

I am promo text. Click edit button to change this text. Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit. Ut elit tellus, luctus nec ullamcorper mattis, pulvinar dapibus leo.

Bibliografia

  1. Van Buul G.M.: Mesenchymal stem cells secrete factors that inhibit inflammatory processes in short-term osteoarthritic synovium and cartilage explant culture. Osteoarthritis and Cartilage 20 (2012) 1186e11961
  2. Maumus M. et al.: Adipose mesenchymal stem cells protect chondrocytes from degeneration associated with osteoarthritis. Stem Cell Research (2013) 11, 834–844
  3. Manferdini C.: Lack of anti-inflammatory and anti-catabolic effects on basal inflamed osteoarthritic chondrocytes or synoviocytes by adipose stem cell-conditioned medium. Osteoarthritis and Cartilage 23 (2015) 2045e2057
  4. Pak J.: Current use of autologous adipose tissue-derived stromal vascular fraction cells for orthopedic applications. J Biomed Sci. 2017; 24: 9.